• L'immobilità

    Prenditi alcuni momenti per trovare la tranquillità.

    Quando inizi questo tempo di meditazione ti può aiutare se chiudi gli occhi per consentirti di trovare tranquillità interiore. Sei qui per ricevere una nuova luce nella tua vita. Chiedi di essere in grado di riconoscere i tuoi desideri profondi. Signore Gesù, tu hai detto che sei la luce del mondo e la nostra "via, verità e vita". Fai che io scopra come percorrere con te questo tempo di avvento verso la novità della luce, verso di te.

  • Scrittura

    Matteo 2:1-2

    Ai tempi del Re Erode, dopo che Gesù nacque a Betlemme di Giudea, saggi uomini dall'oriente vennero a Gerusalemme, chiendendo "dove è il bambino nato Re dei Giudei? Perché abbiamo osservato sorgere la sua stella e siamo venuto a rendergli omaggio".

  • Riflessione

    Il nostro percorso verso l'avvento è uno dei modi di essere fedeli alla luce che ci chiama.
    • nel capitolo secondo del Vangelo di Matteo ci viene detto che essi avevano "visto la sua stella ad est ed erano venuti ad adorare" in re neonato. Per questo motivo il loro viaggio era iniziato con un momento di stupore. Potevano essere astronomi o astrologi, che avevano visto molte stelle, ma questa appariva differente. La interpretarono come un segnale di una novità speciale, che li indusse a partire per una lunga ricerca. In altre parole, questa storia inizia con una nuova luce che ha risvegliato il loro desiderio.
    • Quale stella, per così dire, agita i tuoi desideri quest'anno? Quale nuova luce ti invita ad uscire da te stesso? Il nostro viaggio di preghiera nell'avvento è un modo per essere fedeli alla luce che ci chiama. In effetti questa storia inizia con ua chiamata, una luce oltre noi. Prima di tutto dobbiamo fare una pausa e riconoscere quella luce. Poi abbiamo bisogno del coraggio di risvegliare il nostro desiderio. Infine, quel desiderio può condurci ad un movimento, ad un movimento di fedeltà alla luce.
    • L'interazione tra la luce ed il desiderio ed il movimento è centrale nella storia dei Magi ed anche per la nostra fede e la nostra preghiera. Prova a renderlo concreto nella tua situazione ora. Puoi riconoscere e definire la luce che sembra invitarti? Puoi entrare in contatto con i tuoi desideri più profondi in questo momento della tua vita? Quale movimento o direzione interiore ti suggerisce questo periodo di Avvento? Nel vangelo la storia dei Magi ci racconta di un movimento verso la scoperta di Cristo, un viaggio di fedeltà nella luce, segnato da tempi di oscurità e pericolo.
    • C. S. Lewis una volta scrisse che lo strumento che hai per riconoscere Dio è tutto il tuo essere. Un telescopio, per funzionare bene, deve essere pulito. Se non lo è le stelle saranno confuse. Così una certa disposizione è necessaria per scoprire la luce che ti chiama. Sii paziente con te stesso quanto provi a pregare. Potrebbe volerci del tempo affinché la polvere e le distrazioni si depositino. Forse molte persone hanno visto quella stella, ma solo i Magi avevano la sensibilità ed apertura di riconoscere in essa una chiamata speciale.
  • Parla con Dio

    Prega con onestà su cosa manca nella tua vita in questo momento e fai che diventi una ricerca positiva.
    • Il Salmo 63 ci dà una eloquente espressione di questo desiderio: "Di te ha sete l'anima mia, a te anela la mia carne, come terra deserta, arida, senz'acqua". Forse questo desiderio nasce da un senso di assenza. Potresti volere riflettere su cosa manca nella tua vita in questo momento e farlo diventare una spinta positive - come quei Magi che hanno iniziato uno strano viaggio. Lo Spirito ti conduce e ti promette che il tuo "spirito sarà colmato come ad un banchetto". La tua fragilità iniziale può diventare una gioiosa scoperta, come nella storia dei Magi.
    • Sant'Ignazio era soprendentemente insistente sul fatto che all'inizio della preghiera si dovesse chiedere una grazia ben definita. Così chiediamoci, percorrendo questo ritiro, cosa stiamo cercando? Potrebbe essere nello spirito di Sant'Ignazio chiedere la conoscenza intima del Signore in modo che possiamo conoscerlo e seguirlo. Confidare che il Signore ci chiama a cercarlo in questo Avvento e che la sua promessa si può realizzare in questo tempo di riflessione.
    • Forse qualcosa ti ha colpito particolarmente e questo è un ottimo punto di partenza per la riflessione. Mantieni il collegamento con questa cosa che ti ha colpita e rendila tua ma non dimenticare di metterti innanzitutto alla presenza di Dio. Prenditi il tuo tempo, non c'è fretta. Percepisci quale speranza o desiderio ti muove.
Home