• Quiete

    Prenditi alcuni momenti per lasciare che il tuo essere trovi quiete

    Come sempre aiuta chiudere gli occhi e dedicare alcuni momenti per fare in modo che l'io interiore trovi quiete. Sei qui per ricevere una nuova luce nella tua vita. Chiedi di essere in grado di entrare in contatto con i tuoi desideri più profondi. Signore Gesù, tu hai detto che sei la luce del mondo e la nostra "via, verità e vita". Concedimi di scoprire come viaggiare assieme a te in questo tempo di Avvento verso la novità della luce, verso di te.

  • Scritture

    Matteo 2:1-8

    Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode. Alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: "Dov'è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo". All'udire queste parole, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, s'informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Messia. Gli risposero: "A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta:

    E tu, Betlemme, terra di Giuda,
    non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda:
    da te uscirà infatti un capo
    che pascerà il mio popolo, Israele.

    Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: "Andate e informatevi accuratamente del bambino e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch'io venga ad adorarlo".

  • Reflect

    Cerca di riconoscere il conflitto degli spiriti nella tua vita e nei tuoi tempi di preghiera
    • Se i Magi erano guidati da una stella perché hanno chiesto informazioni agli abitanti di Gerusalemme e sono finiti davanti ad Erode che li ha interrogati? Anche se il testo del Vangelo non lo dice esplicitamente, sembra che ad un certo punto la stella è sparita dalla loro vista. Ci viene detto che quando essi hanno lasciato Gerusalemme la stella è riapparsa e donò loro "grande gioia". Ciò è affascinante e spesso trascurato. Suggerisce anche una alternanza di stati d'animo spirituali, contrasti che Sant'Ignazio considerava centrali per il discernimento, la differenza tra "desolazione" e consolazione".
    • Ognuno li ha sperimentati a suo modo. Ci sono momenti in cui tutto procede bene, quando dei sintonizzato con il Buono Spirito e puoi procedere con fede e speranza e amore. in altri termini, tu sei come i Magi quando si affidano alla guida della stella. Ma ci sono altri tempi nei quali la luce sembra bloccata, quando ti senti confuso o angosciato e quando, invece di procedere in avanti con dolcezza tu puoi sentirti paralizzato e perso. Questa è una situazione di pericolo spirituale, quando le insidie può facilmente portarci fuori strada. L'invito qui è di sforzarsi di riconiscere questo contrasto di spiriti nella tua vita e nei tuoi tempi di preghiera. I Magi sono parititi per il loro viaggio in un stato di consolazione e tale consolazione è tornata dopo un periodo di assenza. Ma in questa vicenda Gerusalemme fa prevalere uno spirito diverso ed essi quasi cadono nella trappola che Erode ha preparato per loro.
    • Qui emerge un piccolo ma significativo punto. E' stato quando hanno perso il contatto con la vera luce che i Magi hanno chiesto aiuto in un'altra pericolosa direzione. Nota che il testo del Vangelo racconta della agitazione e del turbamento di Erode e dell'intera città a causa della domanda dei Magi su dove Gesù fosse nato. Ma i Magi chiedono alle persone sbagliate. A Gerusalemme si trovano senza la loro stella, circondati da un mondo di potere, invidia e violenza. Più tardi nel corso della storia i Magi saranno avvertiti in sogno di non ritornare da Erode. Senza questo speciale messaggio avrebbero potuto riferire a Erode l'assassino. Ricorda che Sant'Ignazio ci offre un classico di saggezza: non prendere mai una decisione quando sei in desolazione.
  • Parla con Dio

    La consolazione è Consolation is characterised by growth and the courage to change
    • Siamo più vulnerabili quando non siamo in contatto con la luce dello Spirito Buono. Quali pensi che siano i tuoi punti di pericolo? Quali sono le tue consuete fonti di forza o consolazione? Questo viaggio di fede, simbolicamente rappresentato dalla storia dei Magi, ci ricorda i tempi di difficoltà che a volte sperimentiamo nel viaggio Cristiano - cosicché è salutare riconoscere quesi momenti di debolezza ed è importante pregare quando sperimentiamo periodi di desolazione - come quando la stella sembra sparire.
    • Gli intellettuali religiosi di Gerusalemme consultano i loro libri e danno a Erode la risposta giusta sul luogo di nasciat del Messia: Betlemme di Giudea. Sant'Agostina ha commentato con ironia questi esperti: amavano offrire indicazioni agli altri ma non avrebbero mai intrapreso una ricerca loro stessi. Restavano bloccati e la loro conoscenza impersonale non portava in loro alcun frutto. Ancora una volta questa è una forma di desolazione on immobilità, mentre la consolazione è caratterizzata dalla crescita e dal coraggio di cambiare. Come sempre l'invito è di riconoscere questo pericolo in te stesso e domandare di esserne liberato.
    • E' anche possibile ampliare il nostro orizzonte e leggere questo racconto evangelico delle due città alla luce del mondo diviso dei nostri giorni. Erode e Gerusalemme possono rappresentare per il chiuso egoismo dei potenti, coloro che direttamente o indirettamente opprimono i poveri del nostro pianeta. Ma Betlemme, come vedremo, rappresenta un'altro atteggiamento nei confronti della vita: la semplicità aperta all'adorazione. Ancora una volta possiamo meditare su un contrasto, quello che Papa Francesco potentemente ha descritto nella sua Laudato SI: "Mentre alcune persone restano bloccati in una povertà disperata e degradante senza alcuna via di uscita, altro non hanno la più pallida idea di cosa fare dei loro possedimenti, esibendo vanamente la loro supposta superiorità". Avere fede significa prendere posizione nella nostra vita complessa, optando per lo spirito di Betlemme piuttosto che per la tirannia della Gerusalemme di Erode.
Home