• Silenzio

    Ora immagina di essere seduto in un bellissimo posto.

    Il contenuto di riflessione di questa sessione è stato scritto sulla base del capitolo 2 del libro di don James Martin, Le sette ultime parole, utilizzato con il permesso di Harper Collins.

     

     

    • Entrando nella preghiera ora, diventa consapevole di ciò che è intorno a te. Il luogo dove sei potrebbe essere rumoroso; potrebbe essere molto silenzioso. Diventa consapevoei di come ti senti in questo luogo. A tuo agio? Soddisfatto? Irritato? Limitato? Stai semplicemente seduto  con questo per un momento. Ora immagina di essere seduto in un bel posto. Forse in riva al mare, o circondato da colline di campagna o montagna. Ovunque sia, basta essere lì in silenzio con il Signore.
  • Invito

    Nessuno di noi è completamente privo di dubbi nella vita spirituale
    • Credere nella vita dopo la morte è un problema significativo per molte persone, anche per alcuni credenti devoti. E senza una fede nell'aldilà, la paura dell'ignoto spesso prende il sopravvento. E 'una delle paure più comuni in tutta la vita cristiana.
    • Nessuno di noi è completamente privo di dubbi nella vita spirituale. E in questi momenti di dubbio, possiamo chiederci: Che cosa mi aspetta dopo la morte? È tutto questo credere è invano? Sarò ricompensato per le buone azioni che ho fatto mentre era sulla terra? O punito per le cose cattive che ho fatto? Che cosa è successo alle persone che amavo? Potrò mai vederle di nuovo? Ascoltando la lettura del Vangelo di Luca, ascolta davvero quello che Gesù sta dicendo al buon ladrone ...
  • Scrittura

    Luca 23:39-43

    Uno dei malfattori appesi lì lo derideva dicendo: 'Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e anche noi! 'Ma l'altro lo rimproverava, dicendo:' Neanche tu hai timore di Dio, dal momento che sei sotto la stessa sentenza di condanna? E siamo davvero stati condannati giustamente, perché riceviamo quello che ci meritiamo per le nostre azioni, egli invece non ha fatto nulla di male. 'Poi disse,' Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno. 'Egli rispose:' In verità ti dico, oggi sarai con me in Paradiso '.

  • Reflect

    Dobbiamo prendere Gesù in parola
    • Nel dire ciò che dice dalla croce in questa lettura, Gesù promette la speranza della vita dopo la morte. E 'uno dei vari luoghi nei Vangeli dove Gesù fa questa promessa. Nel Vangelo di Giovanni, subito prima che Gesù risusciti Lazzaro dai morti, dice a Marta, la sorella del morto, "Chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me non morirà."
    • Più tardi, nel Vangelo di Giovanni, durante l'Ultima Cena, quando Gesù si prepara a prendere congedo dei suoi discepoli, dice: "Nella casa del Padre mio vi sono molti posti ... vado preparare un posto per voi."
    • Gesù, che ha sentito i dubbi della gente nella sua vita, capisce il dubbio - anche dubbi sulla vita dopo la morte. Quindi la prima cosa che dovrebbe convincerci della promessa dell'aldilà è questo: ce lo dice Gesù. E, inutile dirlo, Gesù non è un bugiardo.
    • Il buon ladrone ci mostra chi è la persona accanto a lui è. Un uomo, sì. Un uomo con un nome semplice, Gesù. Ma anche Dio. L'uomo che può aprire il paradiso per lui. Dalla croce, Gesù dice al buon ladrone, e a noi, il futuro che è previsto per noi. Anche nella sua agonia, egli offre all'uomo una sorta di guarigione spirituale. Così uno degli ultimi atti di Gesù prima della sua morte terrena è una guarigione. "Non ti preoccupare," sta dicendo. "Vi è un paradiso." Così, dobbiamo prendere Gesù in parola.
    • Come dice San Paolo nella Lettera ai Romani, nemmeno la morte ci può separare dall'amore di Dio. Un giorno, noi preghiamo, saremo con Gesù in paradiso. Abbiamo la parola di Gesù su questo. Abbiamo le prove di Pasqua. E noi sappiamo che Dio non distruggerebbe mai i rapporti che ha con noi. E un giorno, come il buon ladrone, vedremo che è tutto vero.
  • Parla con Dio

    Come vivi il tuo rapporto con Dio?
    • Come ti senti riguardo l'aldilà? Emozionato? Impaurito? O forse dubbioso? Stai seduto con i tuoi sentimenti a questo proposito, per un momento.
    • Ora offri questi sentimenti a Dio, esprimendoli in alcun modo che senti naturale per te.
    • Come vivi il tuo rapporto con Dio? Senti in modo forte la sua presenza? O a volte è difficile e credere veramente nel suo amore per te?
    • Nel momento in cui termini questa sessione, offri tutto ciò che ha suscitato in te, al Dio che ci chiama in Paradiso.
Home