• Quiete

    Allow yourself to become vulnerable to the God of love

    The reflective content of this session has been edited based on Chapter 3 of Fr James Martin’s book, Seven Last Words. Used with permission from HarperOne.

     

    • Quando inizi la preghiera di oggi, nota come ti senti quando arrivi alla presenza di Dio. Poi, inizia aprendo te stesso al Signore, permettendoti di diventare vulnerabile al Dio d'amore. Nel fare questo, ricorda che stai arrivando davanti al Dio che si è fatto vulnerabile per te, nel corpo di Gesù..
  • Invito

    I cristiani credono che Gesù Cristo sia pienamente umano e pienamente divino.
    • I cristiani credono che Gesù Cristo sia pienamente umano e pienamente divino. Alcuni cristiani si riferiscono più al Gesù umano, l'uomo che ha percorso il paesaggio della Palestina del primo secolo, che ha un corpo, che sente quello che abbiamo sentito e che era realmente e veramente uno di noi.
    • Altri si riferiscono più al Gesù divino, colui che è stato risuscitato dai morti, che regna nei cieli. In altre parole, alcune persone si riferiscono più a Gesù di Nazareth, altri al Nostro Signore Gesù Cristo. 
    • Oggi rivolgiamo la nostra attenzione a Maria. Maria era una persona pienamente umana, non divina come Gesù. Ciononostante, la gente si riferisce a lei in due modi principali. Molti di noi si riferiscono più alla Madonna, la Regina del Cielo, la Madre di Dio, colei che prega per noi in cielo. Ma nella sessione di oggi, penseremo a Maria in un altro modo. Penseremo a Miriam di Nazareth, una donna che vive in un arretrato villaggio della Galilea, chiamato Nazareth. Tieni in mente questa donna, nell’ascoltare la lettura odierna del Vangelo di Giovanni ...
  • Scritture

    Giovanni 19:26-27

    Quando Gesù vide sua madre e il discepolo che lui amava di fianco a lei, disse a sua madre “donna, ecco tuo figlio” poi disse al discepolo “ecco tua madre”. E da quel momento il discepolo la prese in casa sua.

  • Rifletti

    Ora immagina Maria, dopo quella vita complicata, stare ai piedi della croce.
    • Molti cristiani idealizzano Maria. Noi pensiamo, "Che bello deve essere stato, essere stata scelta per questo! Quanto meraviglioso, l’essere stata la madre di Gesù! Che vita piena di grazia ha condotto! Ma anche se Maria ha effettivamente condotto una vita piena di grazia, non possiamo dimenticare che questa donna della vita reale, quasi certamente ha fatto esperienza di parecchia confusione. il ministero di Gesù può essere stato fonte di confusione per Maria. Ed è stato sicuramente doloroso, come lo sarebbe per qualsiasi madre, vederlo uscire di casa. Ma anche se aveva bisogno di prendere le distanze mentre cominciava il ministero pubblico, Gesù amava la propria famiglia.
    • Immaginati con Miriam di Nazareth. Ha avuto una vita strana. Scelta da Dio per fare qualcosa che in un primo momento l’ha confusa. Destinata ad allevare un figlio che, anche se sappiamo poco della sua vita agli inizi, era sicuramente un figlio unico.
    • Ora immagina quel figlio a Nazareth che annuncia di andare a predicare la buona novella ... .Immagina Maria turbata da quello che lui sta facendo ... .. Poi immagina la sua maggiore comprensione della vocazione di lui e il suo incoraggiarlo ad essere quello che è stato chiamato ad essere.
    • Successivamente, Maria sarà stupita del suo potere, e, infine, in soggezione di chi è suo figlio. 
    • Ora immagina Maria, dopo quella vita complicata, stare ai piedi della croce. Immagina che cosa può essere stato sentire il figlio dire a lei: «Donna, ecco il tuo figlio", e al discepolo prediletto: "Ecco tua madre." Cosa sta facendo Gesù per lei nei suoi ultimi momenti? Lui si prende cura di lei.
  • Parla con Dio

    Who might be in need of your help today?
    • Una domanda: Prima di questo momento della vita di Gesù , prima del suo momento sulla croce, quando è stato più indifeso e vulnerabile? Quando era un bambino ... .Dio era dipendente da noi. E chi più si è preso cura di Dio nella sua impotenza? Maria. Come ti senti a riflettere sulla vulnerabilità di Gesù quando era bambino? Oppure preferisci pensare a Gesù nella sua forma divina?● Chi potrebbe aver bisogno del tuo aiuto oggi? Come puoi offrirglielo?
    • Nella nostra impotenza, possiamo sempre aiutare. All'inizio della sua vita, Maria ha aiutato il bambino indifeso Gesù. Alla fine della sua vita, l’indifeso Gesù ha aiutato Maria. In che modo hai bisogno dell’ aiuto di Gesù oggi?
    • Chi potrebbe aver bisogno del tuo aiuto oggi? Come puoi offrirglielo?
    • Quando chiedi l’intercessione della Madonna, allora, non stai solo pregando la Regina del Cielo, la Madre di Dio, ma anche Miriam di Nazareth, una donna che ha avuto una vita difficile, che conosce la confusione, che conosce il mal di cuore, che conosce cosa vuol dire essere amati e aiutati da Gesù. E che conosce te. Ora e nell'ora della tua morte. Siedi alla presenza di Gesù ora e offri i tuoi pensieri e il tuo cuore a lui, o a Maria, in questi momenti conclusivi.

Home