User Settings

  • Background
  • Fade speed
  • Music
  • Dimensione testo
Choose a backgound theme.
Choose the speed the daily prayer fades between stages.
Choose music to play during the daily prayer.
Choose the size of the text for your daily prayer.

Preghiera di Oggi - 2018-01-13

La presenza di Dio

Mentre sono seduto qui il battito del mio cuore
il flusso e riflusso del mio respiro, i movimenti della mia mente
sono tutti segni della mia continua creazione da parte di Dio.
Faccio una pausa per un momento e prendo coscienza
di questa presenza di Dio in me.

Libertà

Ogni cosa ha in se la potenzialità di portarmi all'amore pieno ed alla vita vissuta in pienezza
Eppure i miei desideri sono spesso rigidi, imprigionati, nell'illusione di una soddisfazione
Chiedo che Dio, attraverso la mia libertà, possa orchestrare
I miei desideri in una melodia vivace ed amorevole, ricca di armonia.

Consapevolezza

Alla presenza amorevole di Dio ripercorro il giorno passato
a partire da ora e guardando a ritroso, momento per momento
Raccolgo tutte le bontà e la luce, con gratitudine
identifico e mi concentro sulle ombre e su cosa esse mi dicono
cerco guarigione, coraggio, perdono.

La Parola di Dio

Marco 2:13-17

Gesù uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli li ammaestrava. Nel passare, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: "Seguimi". Egli, alzatosi, lo seguì. Mentre Gesù stava a mensa in casa di lui, molti pubblicani e peccatori si misero a mensa insieme con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allora gli scribi della setta dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: "Come mai egli mangia e beve in compagnia dei pubblicani e dei peccatori?". Avendo udito questo, Gesù disse loro: "Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori".

Alcuni pensieri sulle Scritture del giorno

Active
Default
  • Gesù chiama Levi piuttosto bruscamente (proprio mentre stava lavorando), e Levi risponde con alacrità. Infatti, Levi e’ così contento che organizza una cena in casa sua per Gesù e i suoi discepoli. Invita anche alcuni dei suoi amici. Fin qui tutto bene. Il guaio è che Levi è un esattore di tasse e pedaggi, ei suoi amici sono compagni di tasse / pedaggi e altri "peccatori". Tutte queste persone sono disprezzate ed emarginate all'interno della società ebraica, sia per motivi sociali che religiosi. Che ci fa Gesù in loro compagnia? Gli scribi disapprovano fortemente ciò che vedono e esprimono il loro disappunto ai discepoli di Gesù.
  • Tutta questa storia porta alla dichiarazione finale con cui termina il vangelo di oggi. Gesù è venuto, "non per chiamare i giusti, ma i peccatori". Lungi dall'essere una situazione da evitare, la compagnia dei "peccatori" è proprio ciò che Gesù deve cercare. Sono i più bisognosi della sua guarigione. Questo insegnamento si applica oggi alla Chiesa, alle nostre parrocchie, ai luoghi di lavoro e alle case. Quanto è inclusiva la nostra attitudine verso gli altri? Ci saremmo sentiti a nostro agio alla cena di Levi?

Conversazione

Quali sentimenti sorgono in me
Mentre prego e rifletto sulla Parola di Dio?
Immagino che Gesù stesso sia accanto a me
E gli apro il mio cuore.

Conclusione

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo,
Com’era nel principio, ora e sempre,
nei secoli dei secoli. 

Più Spazio Sacro