• Silenzio

    Lascia che Dio ti guardi, o stia con te, in qualsiasi modo Dio desidera.
    • Quando hai freddo potresti stare in piedi al sole e lasciare che il suo calore ti sommerga. Un suggerimento di S. Ignazio è la sua versione spirituale. Egli suggerisce che prima che iniziamo un tempo di preghiera restiamo un piedi per circa un minuto e lasciamo che Dio ci guardi. Questo è il Dio che ti ha creato e che ti ama.
    • Così, prenditi un minuto ora. Alzati in piedi, o resta seduto se questo è più sensato. Resta nella quiete e lascia che Dio ti guardi, o stia con te, in qualsiasi modo Dio desidera.
  • Rifletti

    However dark the night, Jesus shines as a radiant dawn
    • Ci stiamo avvicinando al solstizio di inverno. In questo tempo facciamo esperienza dei giorni più corti e le notti più lunghe dell’anno. Ma per quanto sia scura la notte, Gesù brilla come una radiosa aurora.
    • A volte sperimentiamo questo in modo emozionale e ne siamo consolati, altre volte dobbiamo fare un atto di fede nonostante la nostra propria notte ne oscuri la percezione.
    • Questa è sempre una consolazione, anche se meno affettiva e meno sentita come esperienza. Potremmo chiamarla una consolazione mentale piuttosto che una consolazione di cuore.
    • Nella tua attuale vita di fede, in questo momento, stai sperimentando consolazione? E' una consolazione di cuore (affettiva) of di mente (non-affettiva)?
  • Letture

    • A volte Dio permette un certo livello di aridità o di oscurità nelle nostre vite - ma non siamo abbandonati. Dio è sempre li e la luce di Dio è sempre li. E' solo che a volte non riusciamo a percepire quella luce. Giovanni della Croce ha molto da dire su questi aspetti:

    la persistenza dell’oscurità è la preparazione della grande luce.”

    “Nella oscura notte dell’anima, splendido scorre il fiume di Dio.

    “Dio lavora sull’anima in segreto e nell’oscurità perché se sapessimo interamente ciò che succede e cosa il Mistero, la trasformazione, Dio e la Grazia ci chiederanno infine, saremmo tentati di assumere il controllo o fermare l’intero processo.”

    • Uno dei canti di Taizé ci invita a cantare:

    Nella nostra oscurità
    Non c’è oscurità.
    Con te o Signore,
    La più scura notte
    È chiara come il giorno.

  • Parla con Dio

    In quale modo Gesù vuole portarti la sua luce salvifica, immergerti nel tepore del suo amore?
    • Dove percepisci la luce di Cristo nella tua vita? Goditi quella sensazione. Assumila con il respiro.
    • Esistono in te dei luoghi oscuri che non vorresti mostrare a Dio?
    • Hai il coraggio di mostrare a Gesù queste tue parti?

    O Saggezza,
    Signore e Re,
    Radice di Jesse,
    Chiave di David,
    Sole nascente,
    Re delle Nazioni,
    Emmanuele, Vieni Gesù.

Home