• Immobilità

    I Magi furono attratti a Dio dalla luce di una stella. Potete vedere la scena? Siediti in silenzio alla luce di questa stella per alcuni momenti. Permetti alla stella di brillare su di te, illuminare il tuo cammino e il tuo essere più intimo.

    Mentre ci prepariamo per la nostra sessione finale, ci concentreremo sul calmare la mente. Diventa consapevole dei rumori che ti circondano. Forse sullo sfondo puoi sentire il traffico o i suoni della natura, forse il ronzio della tecnologia nella tua casa o nei dintorni. Qualunque cosa tu ascolti, nota questi rumori e poi lasciali andare. Inizia a concentrarti sul respiro semplice e vitale che ti è stato dato da Dio. Fai alcuni respiri profondi, inspirando tutto ciò che dà vita ed espirando tutto ciò che disturba. I Magi furono attratti a Dio dalla luce di una stella. Potete vedere la scena? Siediti in silenzio alla luce di questa stella per alcuni momenti. Permetti alla stella di brillare su di te, illuminare il tuo cammino e il tuo essere più intimo. Con gratitudine ricevi tutto ciò che ti offre ora.

  • Lettura

    "Dov'è il bambino che è nato re degli ebrei? Perché abbiamo osservato la sua stella al suo sorgere, e siamo venuti per rendergli omaggio."

    Matteo 2: 1-12
    Al tempo del re Erode, dopo che Gesù era nato a Betlemme di Giudea, i saggi dall'Oriente vennero a Gerusalemme, chiedendo: "Dov'è il bambino che è nato re degli ebrei? Perché abbiamo osservato la sua stella al suo sorgere, e siamo venuti per rendergli omaggio." Quando il re Erode udì questo, fu spaventato e tutta Gerusalemme con lui; e riunendo tutti i capi sacerdoti e gli scribi del popolo, chiese loro dove doveva nascere il Messia. Gli dissero: "A Betlemme di Giudea; perché così è stato scritto dal profeta:

    “E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei l’ultima tra le terre di Giuda;
    poiché da te verrà un sovrano che dovrà guidare il mio popolo Israele ".

    Quindi Erode chiamò segretamente i saggi e si fece dire da loro il momento esatto in cui la stella era apparsa. Poi li mandò a Betlemme, dicendo: "Andate e cercate con cura il bambino; e quando lo avrete trovato, fatemi sapere perché anch'io vada a rendergli omaggio. "Quando ebbero udito il re, partirono; e lì, davanti a loro, andò la stella che avevano visto al suo sorgere, finché non si fermò sul luogo in cui si trovava il bambino. Quando videro che la stella si era fermata, furono sopraffatti dalla gioia. Entrando in casa, videro il bambino con Mary sua madre;  si inginocchiarono e gli resero omaggio. Quindi, aprendo i loro forzieri, gli offrirono doni d'oro, incenso e mirra. E dopo essere stati avvertiti nel sogno di non tornare a Erode, partirono per il loro paese facendo un'altra strada.

  • Riflessione

    Mentre raggiungo gli ultimi giorni del mio ritiro, posso vedere il corso di un nuovo inizio aprirsi di fronte a me?

    Non sappiamo chi fossero questi Re Magi. La tradizione li chiama re, ma il Vangelo li chiama semplicemente saggi. Chiunque fossero, videro una stella, lasciarono la famiglia, la casa e tutte le loro normali preoccupazioni alle loro spalle e la seguirono. Credevano che la stella significasse la nascita di un grande re e desideravano rendergli omaggio. Devono essere sicuramente rimasti sbalorditi quando la stella finalmente si fermò e si fermò su un'umile dimora. Dovevano sicuramente aspettarsi un palazzo. Ma non hanno mai dubitato per un momento di essere nel posto giusto. Erano pieni di gioia, ci dice il Vangelo, e si inginocchiarono e resero omaggio al bambino. Si fidavano della loro stella, anche quando li aveva sorpresi con l'imprevisto.

    Mentre raggiungo gli ultimi giorni del mio ritiro, posso vedere il corso di un nuovo inizio aprirsi di fronte a me? Posso vedere la stella che brilla su di essa? Qual è la stella nella mia vita? Cosa mi eccita e mi dà energia e gioia? Posso fidarmi abbastanza per seguirla o sono trattenuto dalla paura? Posso fidarmi anche quando mi conduce in un posto che non mi aspettavo?

    Posso vivere un nuovo inizio?

  • Parla con Dio

    • Alla presenza di Dio, rifletto ancora una volta sulla mia vita e rifletto se c'è una stella che mi chiama da qualche parte. Potrebbe assumere la forma di una persona che mi ispira o di un evento che cambia la vita che indica per me un altro possibile percorso o un incontro. Oppure potrebbe non essere nessuno di questi, ma solo un lieve impulso interiore che non andrà via. Posso essere sicuro di una cosa. Se lo seguo, alla fine mi condurrà a Dio. Chiedo a Dio di aiutarmi a riconoscere le stelle nella mia vita (a volte ce ne sono più di una!)

    • Riconosco la stella dalla gioia che provoca. Tuttavia, quella gioia a volte è quasi soffocata dalla paura dell'ignoto. Chiedo a Dio di mostrarmi dove si trova la mia vera gioia, di mostrarmi dove posso trovare ciò che mi dà più la vita, e poi di aiutarmi a fidarmi di essa e partire all'avventura nonostante le mie paure. Ricordo che il Signore è il mio pastore e che non sono mai solo nel viaggio.

    • Chiedo a Dio di mostrarmi quelle cose nella mia vita che mi trattengono dal seguire la mia stella - cose come il mio desiderio di sicurezza, controllo, stima degli altri. Chiedo a Dio di aiutarmi a lasciar andare tutto ciò che mi trattiene, in modo che, libero e gioioso, possa intraprendere il cammino del mio nuovo inizio.

    • E infine, mi siedo in silenzio e lascio che Dio mi parli.

Home